Spedizione in Italia sempre gratuita
  • Acquista
  • Vendi
  • Blog
  • About Thefinitive
  • Articoli Venduti

‚ĚĆūüôĀGruppo Squadrone SAHARIANO RCTC – Gemelli

1,00

Coppia di gemelli da polsino in metallo bronzato, per ufficiale dei sahariani del Regio Esercito, del 2′ Gruppo Squadrone Sahariano del Regio Corpo di Truppe Coloniali della Tripolitania RCTC

Misure circa mm.20 x 15 per singolo bottoncino ovale

Ottime condizioni.

(Scorri la pagina in basso per ulteriori dettagli e informazioni)

 

 

Esaurito

Garanzia di un pagamento sicuro

Descrizione

Coppia di gemelli da polsino in metallo bronzato, per ufficiale di cavalleria, sahariani del Regio Esercito, del 2′ Gruppo Squadrone Sahariano del Regio Corpo di Truppe Coloniali della Tripolitania RCTC.

Su un ovale troviamo rappresentato a rilievo il cavaliere sahariano in sella al suo dromedario, e sull’altro il simbolo del 2′ Gruppo Squadrone, di fatto un fregio di Cavalleria con il tondino avente il numero del battaglione/gruppo (2) circondato dalla tromba e da due sciabole incrociate. Gli ovali sono impreziositi da una cornice esterna dentellata.

Ottime condizioni.

 

MATERIALE     :  metallo

MISURE             :  mm. 20 x 15  (ogni bottoncino ovale)

MARCHIO¬† ¬† ¬† ¬† ¬†:¬† –

NOTIZIE

Col termine meharisti vengono chiamati i corpi militari montati su dromedari.

Storia

I dromedari usati dai Meharisti erano atti a percorrere velocemente lunghi tragitti su terreni stepposi e addirittura sabbiosi e furono usati dagli Arabi fin dal Medioevo.

I primi Meharisti furono reparti irregolari arabi del XIV secolo (grossomodo l’epoca in cui fu selezionata la razza di cammelli da corsa da cui prendono il nome), mentre altri meharisti furono utilizzati, con ruoli sussidiari e di polizia, dai¬†Mamelucchi, da alcuni¬†raja¬†indiani¬†e dagli¬†Ottomani. Anche¬†Napoleone¬†istitu√¨ alcuni squadroni di meharisti in Egitto durante la sua campagna militare. Successivamente i britannici e i francesi (in particolare la Legione straniera) istituirono compagnie di¬†fanteria montata¬†e squadroni di cacciatori a cavallo¬†meharisti¬†in Africa del Nord, Yemen, Oman, India (anche se il famoso “Bikaner kamel corps”, un’unit√† di √©lite dell’impero britannico in India, utilizzava anche altre razze di dromedario ed era un corpo di fanteria montata e di artiglieria veloce) e in alcune colonie africane (come il Somaliland), presto imitati dai¬†Regi Corpi Truppe Coloniali¬†italiani , che assegnarono questi reparti non alla fanteria ma all’arma di¬†cavalleria.

Anche i britannici avevano truppe di “meharisti” impiegate nella¬†prima guerra mondiale¬†per la liberazione della Palestina e la cacciata del Quarto Corpo d’Armata Turco.

Il nome¬†meharisti¬†deriva dalla regione sud-arabica¬†del¬†Mahra¬†in cui da lunghi secoli si alleva una razza assai pregiata di dromedari, particolarmente vocati al galoppo veloce. Il dromedario da corsa veniva, e viene, chiamato “mehari” (arabo¬†mahrńę, “del¬†Mahra”, o, secondo un’ipotesi poco probabile, da¬†mehar, abilit√†). Il meh√†ri, molto diffuso tra i¬†Tuareg, √® usato soprattutto nel¬†Sahara¬†(a cui √® particolarmente adatto), e utilizzato anche per le gare di corsa oltre che per usi militari.

Truppe coloniali

Regio Esercito

Meharisti della Libia italiana.

Dopo la guerra italo-turca¬†e la conquista della Libia, l’Africa settentrionale italiana¬†venne divisa in due colonie distinte con due distinti corpi militari: il¬†Regio corpo truppe coloniali della Tripolitania¬†e¬†quello della Cirenaica, riuniti nel¬†1935¬†nel¬†Regio corpo truppe coloniali della Libia. Questi corpi fin dalla fondazione schierarono reparti di¬†meharisti¬†e di¬†sahariani, particolarmente adatti ad operare nei territori meridionali desertici della Libia. Vennero attivati complessivamente sette Gruppi Squadroni Sahariani della Tripolitania e quattro Squadroni Meharisti della Cirenaica (di cui abbiamo questi gemelli per Gruppo Squadrone Sahariano RCTC)

Ebbero un ruolo significativo nelle operazioni di riconquista della Libia negli anni venti e nelle successive operazioni di polizia coloniale, e durante la Seconda Guerra Mondiale ebbero un limitato impiego nella campagna del Nordafrica con compiti di ricognizione e contro-ricognizione a lungo raggio nel settore meridionale della Libia.

Il Regio Corpo Truppe Coloniali della Tripolitania è stato un corpo coloniale del Regio Esercito italiano, dipendente dal Governatore della Tripolitania italiana dal 1914 fino a quando, nel 1935, confluì nel Regio corpo truppe coloniali della Libia.

Storia

La storia militare della colonia inizi√≤ nel¬†1914, tre anni dopo la¬†guerra italo-turca. I territori conquistati nell’Africa settentrionale italiana¬†erano divisi in due¬†colonie, la¬†Tripolitania italiana¬†e la¬†Cirenaica italiana, rette da due¬†governi¬†separati e dipendenti dal¬†Ministero delle Colonie. Furono quindi costituiti due¬†RCTC¬†distinti, con un proprio comandante dipendente dal rispettivo governatore.

I reparti erano costituiti in maggioranza da¬†√†scari¬†indigeni, inquadrati da¬†ufficiali¬†e¬†sottufficiali¬†italiani; nell’aprile¬†1915¬†venne autorizzato l’arruolamento delle prime¬†bande irregolari. L’arruolamento dei libici era su base volontaria; infatti, anche se dal 1919 lo statuto per la Tripolitania aveva sancito la parit√† di diritti e doveri tra cittadini italiani e libici, per i libici non vigeva il¬†servizio di leva¬†obbligatorio. In caso di mobilitazione venivano richiamati in servizio ufficiali, sottufficiali e militari di truppa nazionali in congedo residenti in colonia ed i cittadini libici che avevano prestato servizio volontario ed erano quindi iscritti ai ruoli di forza in congedo; solo in questo caso i libici obbligati a prestare servizio, come truppe regolari o come irregolari.

Dal 1922 il RCTC fu massicciamente impiegato con reparti nazionali e soprattutto indigeni nelle operazioni di riconquista della Libia, che terminarono solo nel 1932.

Ascari libici di sanità. Il copricapo indossato, la tachia, distingueva le truppe libiche da quelle eritree, che indossavano invece il tarbush.

 

Nel gennaio¬†1923, quando ai due RCTC venne concessa la¬†bandiera di guerra¬†tricolore, l’organico del RCTC della Tripolitania era fissato a 14.000 unit√†. Dal Comando del RCTC dipendevano due comandi territoriali (Sud Tripolino e Zona Orientale) e tre comandi di specialit√† (arma di cavalleria,¬†arma di artiglieria¬†e¬†arma del genio). I reparti operativi erano composti da due¬†battaglioni¬†di¬†cacciatori d’Africa¬†di volontari nazionali, sei battaglioni di¬†ascari eritrei¬†e sei di¬†√†scari¬†libici, una¬†legione¬†di¬†milizia coloniale¬†su due¬†coorti¬†di¬†camicie nere¬†nazionali. Dalla¬†divisione¬†di¬†Carabinieri Reali¬†dipendevano¬†compagnie, tenenze e stazioni con compiti di polizia, oltre che la scuola allievi¬†zapti√©¬†per libici ed eritrei.

Le varie unit√† di cavalleria erano suddivise nelle tre specialit√† indigene: i¬†meharisti (divisi per Gruppo Squadrone meharisti RCTC)¬†montati su¬†dromedari¬†e¬†cammelli, erano incaricate del servizio di polizia e di sorveglianza nelle aree desertiche dell’interno; i¬†savari¬†erano la cavalleria regolare di linea, con salmerie cammellate; gli¬†spahis¬†infine erano addestrati ed equipaggiati all’indigena, principalmente con compiti di polizia. L’artiglieria, anch’essa servita da personale libico, era costituita da¬†batterie¬†di¬†artiglieria someggiata¬†e da compagnie di cannonieri, ognuna su varie sezioni di¬†artiglieria da posizione¬†che armavano i fortini. Le compagnie miste del¬†genio militare¬†comprendevano zappatori, minatori, telegrafisti. Questi reparti regolari erano affiancati da varie¬†bande¬†irregolari.

Con il decreto legge n. 99 del 24 gennaio¬†1929¬†fu istituito un Governo Unico della Tripolitania e della Cirenaica. Le due colonie ed i due RCTC rimanevano entit√† separate, ma il Governatore Unico aveva facolt√† di trasferire temporaneamente reparti da un corpo all’altro secondo le esigenze. Negli anni successivi si susseguirono modifiche nell’ordinamento e nella composizione del RCTC della Tripolitania, soprattutto con la costituzione di nuove unit√† sahariane da impiegare nelle zone desertiche meridionali per la¬†riconquista del Fezzan, denominate¬†compagnie meharisti del Fezzan. Alla fine del¬†1931¬†il territorio della colonia venne riordinato militarmente su 4 zone, 8 sottozone, 4 presidi e 2 comandi di tappa. Anche l’organico sub√¨ un riordino, con la riduzione ad un solo battaglione di cacciatori d’africa e sei battaglioni di¬†√†scari¬†libici ed eritrei; i gruppi sahariani salivano a 7, mentre i savari erano su 2 squadroni e gli spahis su 3 squadroni.

Il RCTC della Tripolitania venne riunito al RCTC della Cirenaica con il decreto n. 2016 del 12 settembre 1935 in un solo Regio corpo truppe coloniali della Libia.

Forze

1923

Forza del Regio Corpo Truppe Coloniali della Tripolitania al gennaio 1923:

  • Comando RCTC della Tripolitania
  • Comando del Sud Tripolino
  • Comando della Zona Orientale
  • Comando¬†artiglieria
  • Comando¬†genio
  • Divisione¬†CC.RR.
    • Scuola¬†zapti√©
  • due battaglioni¬†cacciatori d’Africa
  • sei battaglioni¬†indigeni¬†libici
  • sei battaglioni¬†indigeni eritrei
  • una legione¬†milizia libica
    • due¬†coorti¬†CC.NN.¬†libiche
  • una squadriglia autoblindate
  • deposito coloniale
    • comando
    • compagnia e tappa per truppe nazionali
    • compagnia e tappa per truppe indigene
    • plotone invalidi
    • banda musicale
    • ufficio imbarchi
  • quattro Gruppi Squadroni meharisti
  • sette squadroni¬†savari
  • uno squadrone¬†spahis
  • tre¬†batterie¬†artiglieria someggiata¬†libica
  • quattro compagnie cannonieri libici
  • tre compagnie genio miste
  • una¬†sezione¬†genio radiotelegrafisti
  • un gruppo polizia a cavallo irregolare
  • due gruppi ausiliari irregolari
  • un gruppo sahariano irregolare
  • Direzione servizio di artiglieria
    • magazzini di artiglieria
    • laboratori di artiglieria
  • Direzione servizio del genio
    • magazzino del genio
    • laboratorio del genio
    • uffici staccati del genio
  • Direzione di sanit√†
    • una compagnia sanit√†
    • ospedale coloniale
    • infermerie presidiarie
    • farmacia
  • Direzione di veterinaria
    • infermeria quadrupedi
  • Direzione di¬†commissariato
    • una compagnia sussistenza
    • stabilimenti di commissariato
    • tribunale militare coloniale
  • Direzione dei trasporti
    • un autogruppo misto
    • compagnia treno d’artiglieria libica
    • comandi tappa

1931

Forza del Regio Corpo Truppe Coloniali della Tripolitania al 1931:

  • Comando RCTC della Tripolitania
  • Divisione¬†CC.RR.
  • un battaglione¬†cacciatori d’Africa
    • deposito coloniale cacciatori
  • quattro battaglioni¬†indigeni¬†libici
  • due battaglioni¬†indigeni eritrei
  • una compagnia autonoma eritrea
  • sette gruppi sahariani;
  • comando di cavalleria
    • due squadroni¬†savari
    • tre gruppi¬†spahis
  • comando di artiglieria
    • gruppo¬†libico cammellato
      • tre batterie
    • due compagnie cannonieri libiche
    • due¬†sezioni¬†di artiglieria sahariane
    • compagnia treno libica
    • sezione rifornimento quadrupedi
  • comando del genio
    • compagnia radiotelegrafisti
    • compagnia specialisti
    • compagnia telegrafisti
    • compagnia mista genio
  • gruppo squadriglie autoblindo
  • autogruppo

 

Fonti varie  wikipedia , RCTC

 

10.20

Informazioni aggiuntive

Peso,5 kg
Dimensioni20 × 20 × 20 cm