Spedizione in Italia sempre gratuita
  • Acquista
  • Vendi
  • Blog
  • About Thefinitive
  • Articoli Venduti

‚ĚĆūüôĀFLECHAS Guerra Spagna CTV portasigarette Legionario ’36 ’39

1,00

Portasigarette in vermeil e niellatura appartenuto ad un legionario italiano nella Guerra di Spagna del 1936-1939, volontario nelle Flechas del  C.T.V. Corpo Truppe Volontarie

In perfette condizioni, senza danni o riparazioni, ancora con la sua fascetta elastica interna per tenere ferme le sigarette

(Scorri la pagina in basso per ulteriori dettagli e informazioni)

Esaurito

Garanzia di un pagamento sicuro

Descrizione

Portasigarette appartenuto ad un legionario italiano nella Guerra in Spagna, volontario nelle Flechas del  CTV (C.T.V. Corpo Truppe Volontarie ), durante il periodo 1936-1939 in cui Mussolini inviò truppe in aiuto di Francisco Franco per la Guerra Civile che era in atto nel suo paese.

Realizzato con splendida doratura vermeil, e con bellissime incisioni in niellatura, il portasigarette sulla parte frontale ha due ovali che racchiudono uno il simbolo delle FLECHAS spagnole, e l’altro un FASCIO LITTORIO , incisi sotto la scritta Recuerdo de Espa√Īa ed ancora impreziosito da una serie di piccoli strass applicati in mezzo ai due ovali.

Al lato destro accanto al meccanismo di apertura, sulla parte frontale, si trovano incise le iniziali di colui che fu il destinatario di questo oggetto di raffinata bellezza.

Le numerose foto rendono sicuramente l’idea di quanto importante ed affascinante sia questo portasigarette, dal gusto decisamente romantico, ricordo di un’epoca che fu

In perfette condizioni, con il meccanismo di apertura e chiusura perfettamente funzionante, senza danni o riparazioni, ancora con la sua fascetta elastica interna per tenere ferme le sigarette.

 

MATERIALE    : Argento vermeil niellato

MISURE           :

MARCHIO¬† ¬† ¬† ¬†: –

 

NOTIZIE

 

Informazioni storiche sull’argomento trattato in questo articolo

 

 

 

Per un breve accenno sulle Flechas del CTV nella Guerra di Spagna, il 15 gennaio 1937 a Siviglia, coi primi contingenti di volontari italiani giunti a Cadice, si costitui’ una brigata mista italo-spagnola al comando del col. Guassardo denominata “Flechas Azules” ( Frecce Azzurre ). Solo tre giorni dopo a Bajadoz si costitui’ la II brigata mista, denominata “Flechas Negras” ( Frecce Nere ) al comando del col. Piazzoni.¬† Il 17 febbraio la M.M.I.S. cambi√≤ definizione in¬†“C.T.V.” ( Comando Truppe Volontarie ) mentre la massa operativa costitu√¨ il “Corpo Truppe Volontarie”.
Il 1 agosto 1937 le due brigate miste “Frecce Nere” e “Frecce Azzurre” furono riunite nella divisione¬†“Flechas”¬†( Frecce ) al comando del Generale Roatta. Il 19 giugno la Divisisone “Frecce” si sciolse e le due Brigate, piu’ tardi trasformate in divisioni, ritornarono all’antica autonomia. Le “Frecce Azzurre” rimasero sul basso Ebro mantenendo per oltre tre mesi le linee conquistate. Rientrate in Italia le Divisioni legionarie “Littorio” e “XXIII Marzo”, a partire dal 25 ottobre 1938, venne formata una terza divisione mista denominata¬†Division Legionaria “Flechas Verdes”¬†e costituita con elementi italiani tratti dalle altre due divisioni e battaglioni di fanteria spagnola. Nella nuova grande unit√† affluirono circa 1500 uomini della Divisione “Fiamme Nere-XXII Marzo”, rimasti disponibili, uomini delle Divisioni “Flechas Azules” e “Flechas Negras”, della Divisione “Volontari del Littorio” e altri di varia provenienza.
La sua composizione risult√≤ la seguente: Comandante il¬†Colonnello Emilio Battisti¬†e Capo si Stato Maggiore il¬†Colonnello Mario Pederzoli; 1¬į reggimento Fanteria “Flechas Verdes” articolato su tre battaglioni, 2¬į Reggimento Fanteria “Flechas Verdes” con la stessa composizione, due battaglioni complementi, un battaglione mitraglieri, un raggruppamento Artiglieria divisionale, un battaglione Genio, un plotone carri d’assalto, servizi vari, servizio Sanit√†, sezione CC.RR. e Guardias Civiles. Le tre divisioni “Frecce” furono poi protagoniste della battaglia di Catalogna, coronata con l’occupazione di Barcellona , e poi nelle azioni che portarono alla caduta di Madrid.

 

Dettagli tecnici di realizzazione del portasigarette

Il termine francese¬†vermeil¬†(pronuncia: verm√®ei, dal francese “vermiglio”), indica una speciale variet√† di¬†argento¬†dorato¬†di complessa realizzazione. Le caratteristiche richieste per questo materiale sono una base di¬†argento sterling, rivestita da una placcatura in¬†oro¬†ad almeno 10¬†carati¬†e dello spessore di almeno 1¬†micron¬†e mezzo. √ą per√≤ comune l’utilizzo di oro a 14 carati, con spessori superiori. L’affinit√† chimica¬†fra argento ed oro conferisce alla placcatura buone doti di resistenza. Attualmente la placcatura √® ottenuta per¬†elettrolisi.

Originariamente, quando questa lavorazione venne introdotta in¬†Francia, alla met√† del Settecento, veniva effettuata una doratura a fuoco. La placcatura consente di evitare i problemi legati all’ossidazione¬†dell’argento,

Il¬†vermeil¬†essendo pi√Ļ costoso dell’argento √® un materiale usato per realizzare oggetti di pregio (monili,¬†medaglie,¬†penne stilografiche,¬†posate, servizi da toletta,¬†orologi,¬†rinfrescatoi,¬†tabacchiere,¬†n√©cessaires da viaggio, cc.). Il suo costo infatti √® intermedio fra quello dei due elementi che lo costituiscono, anche se a questo si aggiunge il valore della lavorazione che √® particolarmente complessa.

Il¬†niello¬†√® una lega metallica di colore nero che include¬†zolfo,¬†rame,¬†argento¬†e spesso anche¬†piombo, usata come intarsio nell’incisione di metalli. Il metallo inciso viene riempito con questa lega macinata lungo i tratti prodotti dall’incisione a¬†bulino. La tecnica prende il nome di¬†niellatura.

L’origine della decorazione a niello √® attribuita agli¬†Egizi, ma essa ebbe molta fortuna anche nel¬†Medioevo¬†ed √® usata tutt’oggi.

Il termine deriva dal¬†latino¬†nigellum¬†(“nerastro”),¬†diminutivo¬†di¬†niger¬†(“nero”).

 

Fonti Wikipedia

 

11.21

Informazioni aggiuntive

Peso,5 kg
Dimensioni20 × 20 × 20 cm

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “‚ĚĆūüôĀFLECHAS Guerra Spagna CTV portasigarette Legionario ’36 ’39”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *