Spedizione in Italia sempre gratuita
  • Acquista
  • Vendi
  • Blog
  • About Thefinitive
  • Articoli Venduti

‚ĚĆūüôĀBrevetto Pilota Regia Aeronautica 1943 1946 Regno del Sud

1,00

Brevetto da pilota della Regia Aeronautica come stabilito dal prot. n.73066 dell’11 Agosto 1943 , per l’aviazione del Regno del Sud. Brevetto assolutamente originale, nato e prodotto senza fascio littorio tra gli artigli dell’aquila. Probabilmente realizzato dalla¬† Stefano Johnson di Milano, senza marchio, in lamierino stampato dorato (lamella imbutata) con spilla posteriore a gancio.

Il¬† prot. n.73066 dell’11 Agosto 1943 istituiva l’uso del nuovo brevetto

Condizioni perfette, misura circa mm. 65 x 20

 

(Scorri la pagina in basso per ulteriori dettagli e informazioni)

 

 

Esaurito

Garanzia di un pagamento sicuro

Descrizione

Brevetto da pilota della Regia Aeronautica come stabilito dal prot. n.73066 dell’11 Agosto 1943 , per l’aviazione del Regno del Sud. Il brevetto √®¬† il classico brevetto della Regia Aeronautica , senza fascio littorio tra gli artigli dell’aquila. Prodotto probabilmente dalla Stefano Johnson di Milano, senza marchio, in lamierino stampato¬† (lamella imbutita) , dorato, con spilla posteriore a gancio.

Il¬† prot. n.73066 dell’11 Agosto 1943 istituiva e quindi ufficializzava l’uso del nuovo brevetto, considerando che fino a quel momento fra gli aviatori che abbandonavano l’idea fascista (ed anche oltre, per chi non sostituiva il vecchio col nuovo) era d’uso asportare il fascio littorio a colpi di lima o tenaglia.

Successivamente, nel dopoguerra, il brevetto veniva ratificato tramite provvedimento ufficiale con il Foglio d’Ordini n.5 del 5.2.1946

Il nuovo brevetto presentava un’aquila dal corpo pi√Ļ grande e gli artigli pi√Ļ grandi e definiti, come raffigurato anche in questa foto tratta dal volume “Storia e gloria delle aquile 1906-1946” (L.Cassioli – G.Del Gais) , e come effettivamente riscontrabile nel nostro esemplare in vendita.

Brevetto Pilota Regia Aeronautica

 

Questo brevetto da pilota della Regia Aeronautica è in condizioni perfette.

MATERIALE ……. :¬† metallo , dorato
DIMENSIONI ……:¬† lunghezza circa mm.65 x 20
MARCHIO ………..:¬† S.Johnson Milano (?)

 

Pagina del dispositivo regolamento di uniformi OD-4 della Regia Aeronautica per l’anno 1937, dove si evidenziano i brevetti con il fascio littorio tra gli artigli delle aquile.

 

NOTIZIE

Dato il vasto argomento, Regia Aeronautica, Aeronautica Nazionale Repubblicana, Aeronautica della Repubblica Italiana, con le loro differenti istituzioni e delibere di regolamenti, per via dei differenti spazi temporali, si rimanda ai canali di ricerca sul web.

Regia Aeronautica

La¬†Regia Aeronautica¬†fu, assieme al¬†Regio Esercito¬†e alla¬†Regia Marina, una delle tre forze armate del¬†Regno d’Italia.

Istituita con¬†regio decreto¬†nel 1923, i suoi uomini ebbero un ruolo di primo piano nella cosiddetta “et√† dell’oro” dell’aviazione, compiendo varie¬†crociere aeree¬†e gareggiando nella¬†Coppa Schneider. La politica estera del regime¬†fascista¬†la vide impegnata nel 1935 e nel 1936 nella¬†guerra d’Etiopia¬†e, dal 1936 al 1939, nella¬†guerra civile spagnola¬†dove fu attiva l’Aviazione Legionaria.

Successivamente, dal 1940 al 1943, prese parte alla¬†seconda guerra mondiale¬†nel corso della quale, in seguito all’armistizio di Cassibile¬†reso noto l’8 settembre 1943, i suoi uomini si divisero tra l’Aeronautica Cobelligerante, fedele al¬†Regno del Sud, e l’Aeronautica Nazionale Repubblicana, forza armata della¬†Repubblica Sociale Italiana¬†di¬†Benito Mussolini.

A partire dal 18 giugno 1946, in seguito alla nascita della Repubblica Italiana, ha modificato la denominazione in Aeronautica Militare.

 

Aeronautica Nazionale Repubblicana

L’Aeronautica Nazionale Repubblicana¬†(abbreviata in¬†ANR), costituita come¬†Aeronautica Repubblicana¬†il 27 ottobre¬†1943¬†ed operante tra la fine del 1943 e il 19 aprile 1945, era l’aeronautica militare¬†della¬†Repubblica Sociale Italiana, attiva principalmente nel contrastare le formazioni di¬†bombardieri¬†statunitensi¬†dirette a colpire l’Italia settentrionale¬†o la¬†Germania meridionale. Oltre ai reparti da¬†caccia, l’ANR, che adott√≤ l’aggettivo “Nazionale” nel giugno 1944,[1]¬†disponeva anche di un gruppo¬†aerosiluranti¬†e di reparti da trasporto.

Nata con alcune tensioni con il comandante dell’aeronautica tedesca in Italia,¬†feldmaresciallo¬†Wolfram von Richthofen¬†che mirava ad inquadrare il personale italiano in una “legione straniera” inserita nella¬†Luftwaffe, l’ANR riusc√¨ ad ottenere una relativa indipendenza (le operazioni rimasero ad esempio di competenza dei tedeschi) ed ebbe sotto il proprio controllo anche l’artiglieria contraerea¬†ed i reparti di¬†paracadutisti.

 

Aeronautica Militare

L’Aeronautica Militare¬†(abbreviata in¬†AM), in ambito internazionale¬†Italian Air Force¬†(abbreviata in¬†ITAF) √®, assieme a¬†Esercito Italiano,¬†Marina Militare¬†ed¬†Arma dei Carabinieri, una delle quattro¬†forze armate italiane¬†ed √®, in particolare, quella destinata alle operazioni aeree.

 

Fonti Wikipedia

 

4.20

Informazioni aggiuntive

Peso1 kg
Dimensioni40 × 40 × 40 cm

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “‚ĚĆūüôĀBrevetto Pilota Regia Aeronautica 1943 1946 Regno del Sud”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *